Carrera Cup Italia

Carrera Cup Italia

Malucelli comunque protagonista a Misano Il pilota forlivese domina Round 6 partendo dalla quinta posizione in griglia e si riporta in testa alla classifica assoluta con un margine di 11 punti su Vito Postiglione (Ebimotors - Centri Porsche Milano) che è terzo, dietro ad Edoardo Piscopo che è ormai fisso sul podio. Malucelli ha beneficiato dell'appello al TNA presentato dall'Antonelli Motorsport sull'esclusione di ieri, per cui la graduatoria di Gara 1 è sub-judice. Quinta vittoria di Angelo Proietti in Michelin Cup su Luigi Lucchini e Alberto Petrini. Misano Adriatico (RN). Matteo Malucelli ha lasciato la sua impronta nel terzo appuntamento della Carrera Cup Italia che si è disputato a Misano Adriatico, nell'autodromo che è stato intitolato a Marco Simoncelli. Il romagnolo dell'Antonelli Motorsport non solo ha vinto Gara 2, ma si è riportato in testa alla classifica assoluta del Campionato con 11 punti di margine su Vito Postiglione (Ebimotors - Centri Porsche Milano). Questi due piloti sembrano i più accreditati candidati alla lotta per il titolo: sono gli unici che finora sono riusciti a vincere due gare, rompendo un equilibrio che testimonia il livello di qualità del monomarca riservato alle 911 GT3 Cup. In realtà Matteo Malucelli ha beneficiato dell'appello che ieri sera il team di Marco Antonelli ha presentato al TNA, per ricorrere contro la decisione dei commissari sportivi che lo avevano escluso dalla classifica di Gara 1 per comportamente scorretto. Il forlivese, secondo all'arrivo sabato pomeriggio, era stato tolto dalla graduatoria in seguito al contatto con Daniel Mancinelli. Il marchigiano ha detto di essersi ritirato a seguito dei danni subiti nel tamponamento, mentre la squadra bolognese sostiene che la toccata sia stata il frutto di un eccessivo rallentamento per precedenti noie al motore. Sta di fatto che la classifica di Gara 1 resta sub-judice con Matteo Malucelli secondo. E per effetto dell'appello, il romagnolo ha potuto schierarsi nello schieramento di partenza di Gara 2 in quinta piazza, posizione che era frutto dell'inversione della griglia dei primi sei. Il forlivese ha impreziosito una prestazione perfetta con il giro più veloce in gara: già al 5. giro era al comando, per poi consolidare un margine che è cresciuto tornata dopo tornata. Il secondo posto è stato colto da Edoardo Piscopo: il romano della Petri Corse Motorsport sta diventando un personaggio che sale costantemente sul podio. Al successo in Gara 2 del Mugello ha aggiunto il terzo posto di ieri e la seconda piazza di oggi, che testimoniano le capacità del giovane laziale. Deve ancora migliorare in qualifica, ma Edoardo è già risalito al terzo posto della classifica generale con 49 punti, scavalcando Daniel Mancinelli (MIK Corse by Centro Porsche Padova) che si è arrampicato in Gara 2 ad un sesto posto utile, dopo essere partito in fondo allo schieramento. E così il terzo gradino del podio non è sfuggito a Vito Postiglione (Ebimotors - Centri Porsche Milano): il potentino è lo sfidante dichiarato di Matteo Malucelli e ha saputo districarsi nel traffico per evitare qualsiasi contatto, ma ha perso molto tempo dietro a Stefano Costantini (Heaven Motorsport). Il romano, partito in pole, gli ha reso molto dura la vita sebbene dovesse scontare un drive through ai box per partenza anticipata e ha permesso ai primi due di prendere il largo. Molto positiva la prestazione di Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport), quarto e Oleksandr Gaidai (Tsunami RT), quinto. L'ucraino è in una fase di crescita continua: raccoglie risultati importanti perché riesce ad evitare i frequenti contatti che lo hanno condizionato nel recente passato. Grande delusione per Luigi Ferrara: il barese della Petri Corse Motorsport si è ritirato nei primi giri per aver rotto il radiatore dell'acqua in una toccatina a Enrico Fulgenzi. Lo jesino è finito nelle retrovie con una vettura molto sovrasterzante, interrompendo una serie positiva. Nella Michelin Cup prosegue la supremazia di Angelo Proietti (Erre Esse - Antonelli Motorsport) che ha collezionato la quinta vittoria nella classifica riservata ai gentleman driver. Il pilota romano ha preso il largo avendo già totalizzato 52 punti, mentre Alberto De Amicis (Antonelli Motorsport), che si è dovuto accontentare di un quarto posto, si trova a 32 lunghezze di distanza. Sul podio di Gara 2 sono saliti Luigi Lucchini (Ebimotors - Centri Porsche Milano) e Alberto Petrini (Heaven Motorsport). Il bresciano ha replicato il secondo posto di ieri, confermando una crescita che si sta concretizzando gara dopo gara. Il prossimo appuntamento prevederà l'unica trasferta estera del Campionato: il 4 e 5 agosto le 911 GT3 Cup saranno di scena al Red Bull Ring in Austria. Gli appassionati che vorranno rivivere gli emozionanti Round 5 e 6 potranno vedere il video on demand sul sito www.carreracupitalia.com (disponibile anche su iPhone e iPad) e da www.motormedia.tv. Gli highlights della gara si potranno vedere con l'applicazione i-Pad di Autosprint, mentre per analisi, commenti e retroscena collegatevi al Pit Live su www.omnicorse.it. La classifica di Round 6: 1. Matteo Malucelli (Antonelli Motorsport) 18 giri in 30'40"012; 2. Edoardo Piscopo (Petri Corse Motorsport) a 4"233; 3. Vito Postiglione (Ebimotors - Centri Porsche Milano) a 11"482; 4. Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport) a 15"114; 5. Olexander Gaidai (Tsunami RT) a 28"351; 6. Daniel Mancinelli (MIK Corse by Centro Porsche Padova) a 30"021;
7. Angelo Proietti (Erre Esse - Antonelli Motorsport) a 35"562;
 8. Luigi Lucchini (Ebimotors - Centri Porsche Milano) a 40"856; 9. Alberto Petrini (Heaven Motorsport) a 49"188; 10. Alberto De Amicis (Antonelli Motorsport) a 51"908;
11. Alex Degiacomi (MIK Corse by Centro Porsche Padova) a 52"462; 12. Guenther Blieninger (Pole Team) a 1'0896; 13. Fabrizio Bignotti (Ebimotors) a 1'01"955; 14. Stefano Costantini (Heaven Motorsport) a 1'06"853; 15. Giorgio Piccioni (MIK Corse by Centro Porsche Padova) a 1'13"022; 16. Marco Cassarà (Petri Corse Motorsport) a 1'33"029;
17. Walter Ben (Heaven Motorsport) a 1'47"225; 18. Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport) a 1 giro; 19. Giacomo Scanzi (Ebimotors) a 1 giro. 
 Giro più veloce: il 2. di Matteo Malucelli in 1'40"583 alla media di 151,254 Km/h. Le Classifiche Assoluta: 1. Malucelli punti 85; 2. Postiglione 74; 3. Piscopo 49; 4. Mancinelli 47; 5. Fulgenzi 42; 6. Ferrara 36; 7. Costantini 25; 8. Giraudi 19; 9. Proietti 9; 10. Zurcher 7; 11. Gaidai 5; 12. Lucchini 3; 13. Degiacomi. Michelin Cup: 1. Proietti punti 52; 2. De Amicis 21; 3. Degiacomi 19; 4. Lucchini 16; 5. Scanzi 12; 6. Piccioni e Petrini 8; 8. Bignotti e Blieninger 7; 10. Galbiati 4; 11. Cassarà 2. Team: 1. Antonelli Motorsport punti 79; 2. Ebimotors 76; 2. Heaven Motorsport 57; 4. MIK Corse by Centro Porsche Padova 52; 5. Petri Corse Motorsport 42; 6. Erre Esse - Antonelli Motorsport 29; 7. Tsunami RT 27; 8. Pole Team 15. Le statistiche 2012: Vittorie: 2 Postiglione, Malucelli; 1 Mancinelli, Piscopo. Pole position: 3 Malucelli. Giri veloci: 2 Postiglione, Malucelli; 1. Mancinelli, Ferrara. CAMPIONATO ITALIANO GRAN TURISMO. Secondo podio stagionale per Alessandro Balzan e Giacomo Barri: con la Porsche 911 GT3-R dell'Ebimotors hanno ottenuto un ottimo secondo posto in Gara 2 a Misano Adriatico. Balzan, al volante nel primo stint di gara, si è reso autore di una buona partenza e al cambio pilota, effettuato nel corso del pit stop, ha lasciato la vettura al compagno Giacomo Barri in prima posizione. La superiorità dell'Audi non ha permesso a Barri di vincere, ma il giovane pilota di Cantù si è difeso strenuamente dai ripetuti attacchi di un'arrembante Michela Cerruti con la BMW Z4. Anche Passuti-Monti, in gara con l'altra Porsche 911 GT3-R dell'Antonelli Motorsport, hanno portato a termine una buona gara, transitando quarti davanti alla bandiera a scacchi. Il prossimo appuntamento sarà per il 4 e 5 agosto al Red Bull Ring: il tracciato austriaco sarà lo scenario della quarta tappa del tricolore GT.

Ulteriori informazioni su